Biografia

Una storia di note

Stefano Gueresi (1960-2017), pianista e compositore mantovano. Ha composto musica di grande fascino, evocativa di luoghi e tempi lontani e fantastici, che affonda le sue radici tanto nella tradizione classica che nel pop romantico-sinfonico degli anni Settanta. La sua musica è stata eseguita in numerosi concerti in Italia e all'estero, oltre che spesso utilizzata come colonna sonora di documentari, come base per coreografie di danza classica e spettacoli teatrali, e come accompagnamento per mostre e percorsi museali.

Stefano Gueresi si forma come pianista con la concertista Elisabeth Müller Vivanti e frequenta seminari di composizione tenuti da John Paynter.  Esordisce giovanissimo come compositore e tastierista suonando con alcuni gruppi musicali. Dopo la maturità classica e gli studi di giurisprudenza si dedica prevalentemente alla direzione artistica e conduzione di programmi radiofonici e all'insegnamento del pianoforte e delle tastiere elettroniche, senza però abbandonare la composizione.

Verso la fine degli anni '90 inizia ad esibirsi regolarmente come pianista solista, eseguendo sue composizioni. Tiene concerti in molte città italiane ed europee ed anche negli Stati Uniti. La sua musica viene accolta ovunque con grande calore e apprezzamento. Molto attivo nel volontariato, Stefano Gueresi mette sovente a disposizione la sua musica per scopi benefici.

Nel 2011, in occasione di un concerto al Teatro Bibiena con l'orchestra "Carlo Cantini ensemble", si consolida una importante collaborazione con il violinista Carlo Cantini e il violoncellista Massimo Repellini. Nasce il "Gueresi trio" che realizzerà diversi progetti musicali, culminati nelle esibizioni in due concerti trasmessi in diretta streaming mondiale da Palazzo Te e dalla Biblioteca Teresiana in Mantova e nella pubblicazione dei CD "Il destino dei sogni" e "I giorni impossibili". Quest'ultimo disco vede la luce dopo che a Stefano Gueresi viene diagnosticata una grave malattia che segnerà profondamente gli ultimi anni della sua vita.

Stefano Gueresi ha ricevuto importanti riconoscimenti dalle Istituzioni della sua città: nel 2003 è stato designato come rappresentante del Comune nel Consiglio di Amministrazione del Conservatorio "Lucio Campiani", mentre nel dicembre 2016, pochi mesi prima della sua prematura scomparsa, viene insignito della prestigiosa benemerenza del Virgilio d'Oro, con la seguente motivazione: «La sua musica suggestiva ed eterea ha varcato i confini nazionali, contribuendo a diffondere il nome di Mantova nel mondo. Pugnace contro le ingiurie della vita, ha trasformato il dolore in bellezza. Col suo pianoforte dà vita a piccoli mondi fantastici, intessuti di sensazioni e ricordi, confermando ancora una volta come la musica sia un linguaggio universale».