Archivio

Rassegna stampa

C’è la musica da ascoltare, c’è una musica da vedere con gli occhi, c’è quella da assaporare, da gustare con i sensi. La note di Stefano Gueresi sono il tintinnio dell’anima, la melodia che ci accarezza e ci fa sognare, conducendoci nei luoghi della memoria e nei porti della speranza. E’ una musica eterea, ma di tale forza evocativa che pare di poterla toccare.

Sergio Gessi (Giornalista)