Archivio

Rassegna stampa

Il pianista e compositore italiano Stefano Gueresi ha tenuto un concerto alla Casa della Cultura di Naberezhnaya Street in occasione dell'Anniversario della Città Imperiale. Nonostante Gueresi abbia suonato in tutta Europa (Italia, Gran Bretagna, Svezia, Francia, Germania, Belgio, Polonia, Croazia, Svizzera), la Città Imperiale resta uno dei suoi luoghi preferiti per eseguire le sue opere. Molta gente, interessata alla musica pianistica e al lavoro creativo di questo talentuoso compositore, si è data appuntamento alla Casa della Cultura. Il pubblico ha seguito in assoluto silenzio l'esecuzione dei brani da parte del maestro, e l'interesse era tutto rivolto alle mani del musicista. La magnifica musica ascoltata resterà a lungo impressa nella memoria del pubblico. Il compositore ha eseguito "Il vento dell'epoca oscura", "Il sogno di Penelope"," Danza d'autunno", "Ritorno a Canterbury", "Ali della notte", la suite dedicata alla Città Imperiale, in tre parti: "Il valzer di Pushkin", " Il presagio" e "La neve e l'amore lontano" e altri brani.

Subito dopo il concerto Stefano ha risposto ad alcune nostre domande.

Stefano, grazie per il tuo meraviglioso concerto. La gente era catturata dalla tua musica.
Sono io che vi ringrazio per lo splendido pubblico e per l'accoglienza ricevuta".
E' la seconda volta che ti esibisci nella nostra città. Tornerai ancora?
Spero proprio di sì. Mi piacerebbe visitare la Città Imperiale di Pushkin in inverno. Mi auguro di riuscirci, prima o poi.
Ti piace la nostra città?
Questa città è meravigliosa. Qui si possono ammirare esempi di grande architettura, immersi in una cornice naturale affascinante. E' una città da sogno!
Aspettiamo con impazienza la tua prossima visita. Grazie ancora per il bellissimo concerto.

Articolo di LIZA SUBBOTINA
intervista di ANASTASIA BRATANOVA,
traduzione di GREGORY BUDIN. ASCOLTANDO IL CD DI STEFANO GUERESI…

SG ARTICOLO RUSSIA